Carrello
Informativa breve sull'utilizzo dei cookie [x]

Questo sito web utlizza dei cookie analitici di terze parti per offrirti una migliore esperienza di navigazione, basata sulle tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta l'informativa sui cookie

Oneness Diksha in sanscrito significa “Benedizione”, e il fenomeno indica il passaggio,

attraverso l’imposizione delle mani, di un’energia divina concepita per portare, col tempo,

lo stato di Unità in chi la riceve. La scienza è in grado di rilevare gli effetti che il Diksha produce ma, paradossalmente, spiegare cos’è sembra meno facile. L’effetto registrato è l’induzione

di un processo neurobiologico che, rallentando l’attività dei lobi parietali del cervello - responsabili del senso di separazione tra noi e ciò che ci circonda - aiuta a trasformare

la percezione che abbiamo di noi stessi e del mondo. Il cambiamento a livello neurobiologico che il Diksha innesca, una volta completato, libera le percezioni sensoriali dall’interferenza

della mente. E quando i sensi non sono più annebbiati dall’interpretazione della mente,

c’è una naturale chiarezza di percezione, accompagnata da spontanei sentimenti di gioia, calma interiore e senso di unità con tutte le cose.

"Le potenzialità più significative dell'Oneness Diksha vanno ben oltre i suoi effetti sui singoli individui. Il Diksha può indurre un cambiamento verso uno stato di consapevolezza del tutto diverso, nel quale la percezione dell'Io come entità separata si dissolve completamente.

Ciò che rimane è una semplice, diretta realizzazione dell'Unità, non offuscata dalla mente concettuale.

L'Oneness Diksha è riuscito a catalizzare questo cambiamento in migliaia di persone,

sia in India sia nel resto del mondo.

E' così profondamente semplice ed efficace da sfidare ogni descrizione logica.

L'Unità è il desiderio più profondo di ogni cuore, il canto dei secoli".
(Arjuna Ardagh "Risvegliarsi all'Unità, il potere del Diksha nell'evoluzione della Coscienza").

Lo scopo principale del processo del Diksha è la liberazione dalla sofferenza e la creazione

di una nuova civiltà basata sulla gioia e l'illuminazione, il rispetto e l'amore reciproco

tra gli uomini, e tra questi ultimi e la natura.

Qualcuno sente un'espansione dello stato di consapevolezza, altri fanno esperienze di assenza

di pensieri, altri ancora hanno esperienze molto mistiche. C'è anche chi sente una gioia profonda, chi la pace, altri provano molto amore per la loro famiglia. Le esperienze variano

da una persona all'altra, ma hanno qualcosa che le accomuna: quello che arriva col Diksha

è ciò che è più necessario per la persona in quel momento.

"Il Diksha è una specie di intelligenza che arriva esattamente nel modo in cui l'hai voluta,

o meglio, in cui ne hai bisogno".

Il Diksha nasce in India e si sviluppa nella Oneness University, fondata da una coppia di indiani,

Sri Bhagavan e Amma, marito e moglie. La Oneness University è situata in una zona rurale

a nord di Chennay (Ex Madras). Nel 2004 iniziano i primi corsi per occidentali,

e da allora molte migliaia di studenti si recano alla O.U. per il loro percorso di crescita spirituale che li porta anche a diventare "Diksha Giver", in grado cioè di trasferire l'energia Diksha agli altri, e poi "Diksha Trainer", ossia formatori di Diksha Giver.

Per ricevere il Diksha in incontri individuali o in piccoli gruppi,

contattatemi allo 340 2877012340 2877012 o usate il nostro modulo online

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it
Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
www.allafontedelbenessere.com © Diritti riservati