Carrello
Informativa breve sull'utilizzo dei cookie [x]

Questo sito web utlizza dei cookie analitici di terze parti per offrirti una migliore esperienza di navigazione, basata sulle tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta l'informativa sui cookie

Questa parola denota un fenomeno estremamente intimo, e di importanza cardinale. Non è un superficiale essere informati, né un semplice sapere - e si diparte anche dalla conoscenza, più intellettuale. La consapevolezza è una condizione in cui la cognizione di qualcosa si fa interiore, profonda, perfettamente armonizzata col resto della persona, in un uno coerente. È quel tipo di sapere che dà forma all'etica, alla condotta di vita, alla disciplina, rendendole autentiche.
La consapevolezza non si può inculcare: non è un dato o una nozione. È la costruzione originale del proprio modo di rapportarsi col mondo - in quanto sapere identitario, davvero capace di elevare una persona al di sopra dell'ignoranza e della piana informazione. È il caso della consapevolezza del rischio, che non frena ma rende accorti; della consapevolezza delle proprie capacità, che orienta ed entusiasma; della consapevolezza del dolore, che rende compassionevoli e gentili; della consapevolezza di essere amati, che rende invulnerabili.

Come esseri umani tendiamo ad identificarci con gli accadimenti e con i problemi che viviamo, restando sempre più intrappolati da gabbie che ci creiamo da soli nell'assoluta convinzione che non possiamo modificare la nostra situazione e che, alla fine, è inutile cercare di cambiare il corso degli eventi.

Cercare di espandere la consapevolezza di noi e di tutto quello che sta attorno a noi, è un modo adeguato per separarsi dall'identificazione con i falsi bisogni, con gli oggetti, con le persone, con le circostanze, e ci permette di riconoscere e capire quali sono i meccanismi che ci mantengono bloccati, imprigionati e che ci impediscono di manifestare i nostri Talenti .

La consapevolezza e l'identificazione non possono coesistere allo stesso tempo, o c'è l'una, o c'è l'altra e spetta solo a noi decidere se è giunto il nostro momento di fare una chiara scelta di campo. 

 

Noi abbiamo l'ego, ma non siamo Lui.
"E' fondamentale provare Amore verso se stessi, verso ciò che si è, senza concedere nessuna indulgenza al nostro ego, perché noi non siamo il nostro ego, non siamo i suoi bisogni..."

(M.R.)

 


Adottare il nostro modello di "CHANGE IN" significa sperimentare un nuovo modo di pensare al di là dei confini che abbiamo sempre accettato come invalicabili, illuminando nuovi obiettivi che diverranno finalmente raggiungibili.

Questo modello di cambiamento si adatta splendidamente all'ambito privato (famiglia, parenti, amici) come alla realtà lavorativa.

 

Adottare il nostro modello di "CHANGE IN"  significa aprire la propria consapevolezza ai comportamenti nascosti che ogni giorno determinano i nostri successi o insuccessi,  ai costi che paghiamo e facciamo pagare a chi ci sostiene e condivide con noi la nostra vita, significa creare un nuovo spazio di fiducia reciproca, sperimentare nuovi modi di pensare e di fare che ci consentono di rimanere focalizzati sui risultati veramente importanti per noi,  significa diffondere una nuova cultura fatta di best practices  all’interno della nostra azienda come della nostra famiglia.

Il nostro modello di "CHANGE IN" per le aziende è rivolto a tutte le persone che, individualmente oppure all’interno dei rispettivi team, possono incidere direttamente e in modo significativo sui risultati e sul clima di un’organizzazione.


Diventare consapevoli di quanto accaduto, di come siamo cambiati, di quale futuro ci sta davanti è un passo fondamentale nella direzione giusta. Chi è consapevole non subisce ma può affrontare e rielaborare. Consapevolezze condivise rendono possibile un agire comune. Per chi evita o non riesce ad affrontare un percorso di consapevolezza il terremoto rischia di trasformarsi in un passato che non passa.

 

tratto da: "una parola al giorno.it"

 


Saremo lieti di informarvi in dettaglio sui nostri servizi e di elaborare per la vostra società un intervento personalizzato. Contattatemi allo 340 2877012 o usate il nostro modulo online

 

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it
Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
www.allafontedelbenessere.com © Diritti riservati